Itinerario di marzo – Londra quasi primaverile!

Buongiorno a tutti, e bentornati nel London Blog!

Oggi vi proporrò un itinerario di quattro giorni a Londra, inserendo anche qualche evento particolare attivo nel mese di marzo. Come abbiamo potuto vedere, pare essere scoppiata la primavera…il che invoglia ancora di più a girare, visitare, passare dei bellissimi momenti. Godiamoci quindi il sole intanto che c’è, e approfittiamone per vedere la città illuminata e dalla giusta prospettiva.

Giorno uno.

Il primo giorno è sempre quello più movimentato, in quanto si sente molto forte l’euforia dell’arrivo e dell’avventura. Calcolando il tempo del trasporto e del deposito bagagli in hotel, cominciamo il nostro itinerario da circa mezzogiorno. E’ decisamente ora di cercarsi un buon pranzo: prendete la metropolitana e dirigetevi a Westminster. Usciti, percorrete il Westminster Bridge e ammirate alle vostre spalle il fantastico Big Ben e le Houses of Parliament; continuate verso il London Eye lungo il Tamigi, e vicino al Southbank Centre troverete una buona e varia scelta di ristoranti. Io adoro la catena “Las Iguanas”, che offre cucina sudamericana…ma c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Davanti al London Eye, troverete delle sculture di Lego raffiguranti i supereroi più famosi della nostra epoca. E’ una mostra chiamata “The Art of the Brick: DC  Super Heroes”, creata dall’artista Nathan Sawaya. Nel Southbank Centre, invece, è tenuta dal 7 al 12 marzo un festival tutto al femminile: si chiama WOW (Women of the World Festival), e celebra i traguardi e le capacità di ragazze e donne sia importanti che comuni. Sicuramente molto interessante da vedere. Dopo aver ammirato queste bellezze, proseguite lungo il Tamigi fino al Blackfriars Bridge, godendovi la passeggiata. Attraversate il ponte ed entrate nella City: da lì dirigetevi verso St Paul’s e godetevi la bellissima St. Paul’s Cathedral, che potrete anche visitare all’interno. Una volta conclusa la visita dirigetevi al Millennium Bridge e ammirate la Tate Modern e il Shakespeare’s Globe. Dopodiché, il consiglio è quello di tornare alla fermata della metro St. Paul’s e di andare a riposarvi in albergo prima di cena. Questa potrà essere gustata in uno dei tanti locali di Soho; consiglio il pub O’Connors, per provare una buona Ale e il cibo locale immersi in un ambiente molto confortevole e particolare. Dopo cena giretto a Soho e Chinatown.

Giorno due.

Al mattino non potete perdervi la buonissima colazione all’inglese, che vi darà la giusta carica per affrontare la giornata. Dopo di che, in partenza! Destinazione, Baker Street. Se vi interessa potete fare tappa a Madame Tussauds, oppure un altro punto di interesse può essere il piccolo ma carino Museo di Sherlock Holmes. Una volta conclusa la visita entrate nel Regent’s Park e fate una bella passeggiata, spostandovi verso il London Zoo e, dopo un pranzo al sacco, dirigendovi a Camden Town. Passate il pomeriggio a visitare il bellissimo e particolare Camden Market, cenando poi in una delle sue bancarelle culinarie. Potrete assaporare gusti nuovi e particolari, in linea con l’aria frizzante e alternativa di Camden Town. Dopo cena l’ideale sarebbe bere una buona birra in compagnia: se siete a Londra tra l’8 e il 10 marzo, dirigetevi a King’s Cross per partecipare al London Drinker Beer and Cider Festival, che si terrà al Camden Centre di Bloomsbury. In alternativa, vi consiglio il pub “The World’s End”, molto caratteristico e confortevole per una birra o Ale. Se ci capitate il 17 marzo, poi, troverete tante offerte “verdi” per la festa irlandese di San Patrizio.

Giorno tre.

Il terzo giorno, per colazione, potreste provare un buon caffè lungo all’americana e un buonissimo muffin da Starbucks o Caffè Nero (io preferisco la seconda catena, ma va decisamente a gusti). Una volta sazi e carichi, pronti a partire! Destinazione Tower Hill, per una bella visita alla Torre di Londra e ai gioielli della corona. Questa vi occuperà un paio d’ore; vi consiglio di acquistare le audioguide e approfondire la visita dal punto di vista storico, l’attrazione è davvero molto interessante. Una volta conclusa la visita, potreste pranzare in uno dei ristoranti locati accanto alla torre (in cui potrete trovare del fish & chips di alto livello) e poi continuare la vostra passeggiata verso il favoloso Tower Bridge. Attraversatelo e passeggiate lungo il Tamigi fino al London Bridge, dove avrete varie opzioni: visitare il Borough Market, entrare al Clink Prison Museum, oppure prendere la metropolitana e dirigervi a Covent Garden. Lì potrete ammirare il bellissimo mercatino, applaudire gli artisti di strada e poi dirigervi verso Leicester Square e il West End. Arrivati a Piccadilly Circus sarà calato il sole: se vi piace il cibo cinese, potreste entrare a China Town e cenare in uno dei tanti buffet disponibili in zona. Altrimenti, non manca certo l’offerta culinaria; scegliete il ristorante che più vi aggrada tra le tante opzioni disponibili. In serata, se è venerdì potete dirigervi a Trafalgar Square e visitare la National Gallery, che da marzo sarà aperta fino a tardi in quel particolare giorno della settimana. Se avete ancora forza nelle gambe, poi, fate un giro serale a Buckingham Palace: lo troverete illuminato e meraviglioso.

Giorno quattro.

L’ultimo giorno potete concedervi un po’ di relax. Dopo colazione potete dirigervi a Oxford street, in cui potrete comprare souvenirs e fare shopping nei tantissimi negozi disponibili; oppure, se lo shopping non vi interessa, potrete visitare il British Museum. Dopo di che dirigetevi nel grande e bellissimo Hyde Park, per godervi la pace e tranquillità che questo enorme parco reale trasmette. Prendete un caffè accanto al Serpentine circondati dagli scoiattoli, e scovate la statua di Peter Pan immersa nel grande giardino. Prima di ripartire, make sure to bring home all the best London can give. 🙂

Spero che questo itinerario vi sarà utile; fatemi sapere se proverete a seguirlo e se vi piaceranno le attrazioni e i ristoranti consigliati. Vi saluto e vi do appuntamento al mese prossimo, con l’itinerario di aprile.

Ciaooooo

Elisa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *